Favorire la cittadinanza economica

Ha preso il via  il progetto, cofinanziato da Regione Lombardia, attraverso il quale si intende intervenire sul tema della cittadinanza economica mettendo a frutto le numerose esperienze e competente già acquisite negli anni con numerosi progetti e interventi specifici.

La carenza di conoscenze economiche e finanziarie di base rappresenta sempre di più un problema per l’esercizio consapevole dei propri diritti di cittadino soprattutto per i soggetti appartenenti ad alcune fasce della società (immigrati, giovani e giovanissimi, fasce economicamente e/o socialmente deboli della popolazione.)

Obiettivo generale del progetto è favorire l’integrazione socioeconomica dei cittadini promuovendo pari opportunità di accesso alle conoscenze economico finanziarie, assicurative e previdenziali.

Obiettivi specifici del progetto sono promuovere la cittadinanza economica dei cittadini in relazione ai diversi target; mettere a sistema un modello innovativo di intervento centrato sulle specificità dei target; favorire lo scambio di buone prassi tra partner e stakeholder.

Le attività progettuali si svolgeranno, secondo le specifiche azioni e modalità di attuazione, fra Milano, Lecco e Varese.

 

La tipologia dei destinatari sarà differente in base alle azioni previste dal progetto.

Azioni destinate ai giovani: L’educazione alla cittadinanza economica deve riguardare anche l’educazione all’uso del denaro per i giovani. Verranno interessati dalle attività progettuali sia i bambini che i ragazzi, prendendo a riferimento due target specifici (6/8 anni; 14/18 anni). Attraverso la simulazione o il gioco sarà possibile sensibilizzare i giovani alla scelta e all’uso consapevole delle risorse.

Sportelli:

Movimento Consumatori Varese
telefono: 0332 810569

Movimento Consumatori Lecco
telefono: 0341 365555

Azioni destinate alle fasce deboli: Interventi che aiutino a riemergere dalla propria situazione debitoria attraverso lo sportello Riesco e aiutino la persona a riacquistare fiducia nelle proprie capacità. L’attività verrà svolta in modalità one to one per affrontare e risolvere le problematiche specifiche.

Sportelli:

Movimento Consumatori Milano
Telefono: 02 80583136

Movimento Consumatori Varese
telefono: 0332 810569

Movimento Consumatori Lecco
telefono: 0341 365555

 

Azioni destinate ai cittadini immigrati: il progetto intende declinare i servizi perché rispondano ai bisogni dei cittadini immigrati e fornire un’alfabetizzazione finanziaria. Saranno fornite conoscenze economiche di base per favorire un uso oculato delle proprie risorse.

Sportelli:

Movimento Consumatori Milano
Telefono: 02 80583136

Movimento Consumatori Varese
telefono: 0332 810569

Movimento Consumatori Lecco
telefono: 0341 365555

 

Durante le attività, saranno realizzati workshop tematici per promuovere un’attività di scambio tra i partner al fine di verificare replicabilità e sostenibilità dei modelli raccolti.

Inoltre, grazie al progetto, sarà realizzata l’indagine sui bisogni di protezione e tutela assicurativa e una guida di facile consultazione.

La data di avvio e fine progetto è prevista tra il 30 settembre 2018 e il 30 settembre 2019.

Il progetto è attuato da un partenariato composto da  Movimento Consumatori Nuovo Comitato Regionale Lombardo, Movimento Consumatori Sezione di Lecco, Movimento Consumatori Sezione di Milano Nova, Movimento Consumatori Sezione di Varese e provincia.

Il Grande Trasloco: dovremo andare su Marte?

Sabato sera Movimento Consumatori porta il teatro forum alle Cantine Coopuf. Per diventare consumatori consapevoli.

Scarica qui la locandina

Passa da Varese l’iniziativa di Movimento Consumatori “We Like, We Share, We Change, Percorsi di Educazione e Informazione al Consumo”, realizzato in collaborazione con Cies Onlus. Il progetto, aperto con la mostra “SottoilCosto – Un percorso da ConsumAttori”, prosegue con la formula del Teatro Forum per coinvolgere anche i varesini in un percorso di riflessione sulla società dei consumi.

L’appuntamento è quindi sabato 21 settembre, alle 20.45 alle Cantine Coopuf in via De Cristoforis 5, per una serata che offre molto più di un “normale” spettacolo teatrale.

In collaborazione con la compagnia Parteciparte gli attori, grazie alla tecnica del teatro forum (dove il pubblico può intervenire per provare delle soluzioni ai problemi inscenati), cercheranno di coinvolgere i cittadini in una riflessione sui diritti di chi consuma, lavora, produce o di chi subisce la voracità di un sistema che mira ad un’espansione totale impossibile, dove il potere è in mano a pochissimi soggetti che indirizzano il “mercato”. L’obiettivo sarà di far emergere il punto di vista dei singoli consumatori su questioni molto complesse e attuali che vedono il consumatore al centro della complessità.
Lo spettacolo parte dal presupposto che le risposte sui nostri bisogni fondamentali hanno cambiato indirizzo. Le decisioni che ci riguardano sono prese sempre più lontano, da Bruxelles a Washington. Le nostre vite, i nostri consumi, la storia dei nostri affetti potrebbero finire in un cloud in California.

Come possiamo contribuire ad accelerare i tempi del mutamento, “traslocando” dalla società dei consumi alla società dei consumatori, dove il consumo sostenibile e consapevole diventa un atto politico? Quali decisioni riguardano l’individuo, incidono sulla qualità di quello che mangia, su come si muove, su come si relaziona con il suo territorio? Prima di dover prenotare un biglietto per Marte come possiamo abitare il nostro pianeta in modo sostenibile?

“Stiamo vivendo – afferma Alessandro Mostaccio, segretario generale di Movimento Consumatori – un momento storico che ci chiede di schierarci, di prendere posizione, di uscire allo scoperto rispetto a un modello economico dove tutto e tutti sono stati ridotti a pedine di un gioco in cui non hanno nessun potere di controllo.
Alla globalizzazione economica non è stata affiancata una governance globale istituzionale, democratica e gli effetti li vediamo e li subiamo tutti con più o meno consapevolezza. E’ il momento di riflettere e, se ancora possibile, cambiare strada!”

“Un’iniziativa con tale funzione educativa va sicuramente sostenuta – dice Roberto Molinari, assessore ai Servizi Sociali del comune di Varese – la consapevolezza nelle scelte di consumo è un aspetto importante, perché implica educazione alla responsabilità. Per questo siamo in prima linea nel sostenere questo tipo di interventi”.

“Siamo fieri di ospitare questo spettacolo a Varese – dice l’avvocato Barbara Cirivello, presidente di Movimento Consumatori Varese – Invitiamo i cittadini a partecipare e ringraziamo il Comune per il sostegno dato alla promozione dell’evento”

Lo spettacolo vuole attrezzarci a “traslocare” nel nuovo millennio con la capacità di lottare per non soccombere, con la volontà di raddrizzare gli equilibri in questo mondo, con la tenacia nel conoscere per superare le disuguaglianze. ll pubblico potrà intervenire e allenarsi sia su scene quotidiane molto semplici sia sull’organizzazione di campagne ambiziose, potrà cambiare la storia e…non comprare un biglietto per Marte!

Fondo indennizzo risparmiatori

E’ online il portale informativo del Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR).

A giugno è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, in attuazione del Decreto Crescita, che dà il via alla procedura di indennizzo a favore delle vittime dei crac bancari, grazie al Fondo di Indennizzo Risparmiatori (FIR), con una dotazione di 1,5 miliardi.

Il Fondo prevede indennizzi automatici per chi rientra in determinate categorie oppure subordinati ad un processo di verifica di una Commissione tecnica.

Gli indennizzi spettano a risparmiatori in possesso delle azioni e delle obbligazioni subordinate delle banche poste in liquidazione coatta amministrativa (tra cui Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza) dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018, a causa delle numerose violazioni degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza, buona fede oggettiva e trasparenza.

Per accedere al FIR è costituita una Commissione tecnica indipendente per la valutazione delle domande, le cui attività di supporto sono affidate alla Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici).

La Consap ha reso operativa una piattaforma informatica per fornire al pubblico informazioni chiare e complete in merito alle modalità di presentazione delle domande.
Trovate il portale a questo indirizzo https://fondoindennizzorisparmiatori.consap.it/

Banche Venete: fondo ristoro

COMUNICATO STAMPA CONSOB DEL 24 SETTEMBRE 2018

È al nastro di partenza la procedura per la richiesta di ristoro da parte dei risparmiatori danneggiati, che hanno perso i propri soldi investendo in titoli emessi dalle  banche poste in risoluzione a fine 2015 (Banca delle Marche, Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara e Cassa di Risparmio di Chieti) e in liquidazione coatta amministrativa nel giugno 2017 (Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca).

Sul sito della Consob (www.consob.it) sono stati pubblicati, infatti, in home page l’Avviso e il relativo modulo per fare domanda. L’avvio della procedura è effetto dell’entrata in vigore, il 22 settembre scorso, di una norma di legge contenuta nel cosiddetto decreto “Milleproroghe” (articolo 11, comma 1-bis del decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, convertito con la legge n. 108 del 21 settembre 2018).

Beneficiari sono i risparmiatori che hanno già presentato ricorso all’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf), istituito presso la Consob e che abbiano ottenuto, ovvero otterranno entro il 30 novembre prossimo, una decisione a loro favorevole.

In base alla disposizione di legge, il rimborso è pari  al 30% del danno liquidato dall’Acf, con un tetto massimo di 100.000 euro.

Le domande possono essere presentate anche dai  risparmiatori che abbiano sottoscritto titoli emessi da Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca tramite le loro rispettive controllate, Banca Nuova e Banca Apulia.

Le richieste vanno indirizzate a Consob attraverso l’apposito modulo, seguendo le istruzioni dell’Avviso.

Qui il Comunicato stampa Consob del 24.9.2018

Sconto Iva 22%: Movimento Consumatori chiede all’Antitrust di pronunciarsi sulla correttezza di questa pratica promozionale

Movimento Consumatori, grazie a un’indagine svolta dalla sede regionale MC Puglia, ha presentato un esposto all’Antitrust per fare chiarezza sulla correttezza di una pratica promozionale sempre più in voga tra le grandi catene di distribuzione in Italia: su determinati acquisti, si promette lo

L’articolo Sconto Iva 22%: Movimento Consumatori chiede all’Antitrust di pronunciarsi sulla correttezza di questa pratica promozionale sembra essere il primo su Movimento Consumatori Milano.

Fatturazione a 28 giorni. Accolta azione collettiva di Movimento Consumatori: condannate Tim, Wind e Fastweb

IL TRIBUNALE DI MILANO NE HA CONFERMATO ILLEGITTIMITA’ DA GIUGNO 2017. L’ASSOCIAZIONE ORA CHIEDE IMMEDIATI RIMBORSI O PARTE CLASS ACTION Con tre ordinanze cautelari pubblicate oggi il tribunale di Milano – Sezione Undecima Civile nella persona della dott.ssa Rosita d’Angiolella – ha accolto le domande

L’articolo Fatturazione a 28 giorni. Accolta azione collettiva di Movimento Consumatori: condannate Tim, Wind e Fastweb sembra essere il primo su Movimento Consumatori Milano.

Sportello gratuito per la prevenzione del sovraindebitamento

Il Comune di Lecco, insieme con Federconsumatori e Movimento dei Consumatori, ha attivato un servizio di informazione e consulenza gratuita su problemi di sovraesposizione debitoria che richiedono una conoscenza specifica delle questioni economico-giuridiche correlate.

Leggi tutto l’articolo Sportello gratuito per la prevenzione del sovraindebitamento su Comune di Lecco.

Sovraindebitamento: apre un nuovo sportello informativo a Lecco

Approvato dalla Giunta comunale un nuovo protocollo d’intesa con Federconsumatori e Movimento Consumatori di Lecco
Una vera e propria emergenza sociale sommersa, che necessita di un’assistenza specifica e specializzata: le problematiche legate al sovraindebitamento hanno indotto il Comune di Lecco a sottoscrivere un protocollo d’intesa con soggetti già operativi su questo fronte come Federconsumatori e Movimento Consumatori di Lecco.

Leggi tutto l’articolo Sovraindebitamento: apre un nuovo sportello informativo su Comune di Lecco.

Veneto Banca: accolta la richiesta di Movimento Consumatori di citare anche Intesa Sanpaolo

Novità nel processo Veneto Banca. Nell’udienza di oggi, il GUP di Roma, Lorenzo Ferri, accogliendo anche la richiesta del Movimento Consumatori, ha disposto la citazione in giudizio di Intesa Sanpaolo come responsabile civile per i reati di ostacolo alla vigilanza e aggiotaggio

Leggi tutto l’articolo Veneto Banca: accolta la richiesta di Movimento Consumatori di citare anche Intesa Sanpaolo su Movimento Consumatori Milano.

Ritorno a fatturazione mensile. Movimento Consumatori diffida Vodafone su modalità di comunicazione ai clienti

Movimento Consumatori ha diffidato Vodafone per pratiche commerciali scorrette nella comunicazione ai clienti sul ritorno alla fatturazione mensile a seguito della legge 172 del 2017. L’associazione, grazie a numerose segnalazioni dei consumatori, ha verificato che la società sta comunicando le

Leggi tutto l’articolo Ritorno a fatturazione mensile. Movimento Consumatori diffida Vodafone su modalità di comunicazione ai clienti su Movimento Consumatori Milano.